GESTIONE PERSONALE

Consigli per gli albergatori che vogliono formare con successo il loro staff.

La formazione dei tuoi dipendenti è cruciale per aumentare la loro soddisfazione e far crescere la tua attività. In questo articolo ti spieghiamo come fare formazione in modo efficace, anche gratuitamente.

Hotel Staff training - Smartpricing

Un team preparato, competente e intraprendente è uno degli elementi chiave degli hotel che performano meglio sul mercato.

Quello che molti albergatori spesso non comprendono è che per avere uno staff di alto livello non basta un’ottima selezione del personale. Ogni membro del team deve essere formato in un percorso di continua crescita e miglioramento delle proprie competenze.

Inoltre, in un periodo in cui il personale scarseggia, puntare sulla formazione del personale potrebbe essere un’arma per assicurarsi i migliori talenti sul mercato del lavoro.

Garantire formazione dimostra infatti l’interesse dell’azienda in un rapporto di lungo termine e la possibilità per il dipendente di carriera e di miglioramento.

Ma quali sono nel dettaglio i vantaggi di formare il tuo staff?

Perché dovresti formare i tuoi dipendenti

Uno staff formato e competente lavora meglio di uno staff non formato. 

Questo perché i dipendenti che ricevono più formazione migliorano le seguenti capacità.

Maggiore autonomia e intraprendenza

Più cose le persone apprendono, meglio comprendono il settore. Maggiore è la comprensione, maggiore è l’autonomia (intesa come capacità di svolgere compiti senza costante supervisione) e maggiore l’intraprendenza (intesa come capacità di andare oltre quelli che sono i propri compiti standard per venire incontro alle esigenze dell’azienda, dei colleghi e, soprattutto, dei clienti).

Maggiore capacità di problem solving

La formazione permette di conoscere meglio la fonte di eventuali problemi e fornisce maggiori opzioni per risolverli. In questo modo i membri del team potranno trovare e applicare soluzioni innovative senza necessariamente cercare il sostegno o l’aiuto del caporeparto o della direzione.

Più propensione a ricevere delega

Il dipendente si sentirà più sicuro e anche tu lo riterrai maggiormente responsabile, al punto da affidargli maggiore delega per compiti sempre più importanti.

Dal punto di vista della struttura ricettiva, la formazione dei dipendenti migliora altri quattro importanti aspetti.

Maggiore crescita economica

Se lo staff apprende nuove competenze è in grado di sfruttare meglio le potenzialità economiche che si presentano davanti.

Una formazione nell’up-selling e nel cross-selling, ad esempio, consente ai dipendenti di comprendere il momento migliore per proporre una vendita al cliente.

Migliori valutazioni dei clienti

Uno staff formato è uno staff maggiormente in grado di comprendere i clienti, le loro esigenze ed eventuali loro problemi. In questo modo potrà più facilmente risolverli e generare clienti più soddisfatti e recensioni migliori.

A questo va aggiunta la migliore capacità di gestione e di risposta alle recensioni stesse che, a sua volta, genera un incremento del numero e della qualità delle valutazioni dei clienti.

Migliori idee

Uno staff formato è molto più propenso e competente nel suggerire nuovi prodotti e servizi, nell’individuare nuovi segmenti di mercato, nel risolvere problematiche in maniera innovativa a cui nessuno del management avrebbe mai pensato.

Staff più felice e fedele

I membri del team, soprattutto quelli più interessati alla propria crescita personale e a migliorare le proprie competenze, vedono la formazione come un premio e non come una scocciatura.

Per te queste persone sono le più preziose e saranno più predisposte a rimanere nella tua struttura se provvedi alle loro esigenze di crescita e miglioramento.

Come fare formazione nella tua struttura ricettiva

Affinché la formazione sia efficace, è necessario programmarla in base agli obiettivi che vuoi ottenere.

Ci sono fondamentalmente due scelte da effettuare a seconda del tipo di formazione che vuoi fornire: la prima è tra formazione interna o esterna, la seconda e tra formazione d’aula e formazione on-the-job.

Formazione interna Vs formazione esterna

Si parla di formazione interna quando il formatore è un membro del team, normalmente un manager o un esperto con delle specifiche competenze.

Quando il formatore non fa parte del team, allora parliamo di formazione esterna.

In quali casi conviene fornire formazione interna?

Ambientamento

Quando un nuovo dipendente entra in servizio, i primi periodi sono quasi esclusivamente di formazione e apprendimento delle proprie mansioni. In questi casi la formazione interna è necessaria per trasmettere non solo le pratiche operative, le regole interne (scritte o non scritte) e il modus operandi, ma anche la vision e la mission aziendale.

Aggiornamento

La pratica di aggiornare alle nuove regole o modalità di lavoro i diversi membri dello staff è sempre meglio effettuarla internamente, per due motivi. Il primo è che le regole tendono a cambiare spesso in una struttura ricettiva in funzione dei diversi operatori, clienti e situazioni di mercato che si incontrano. Con la formazione interna si è più tempestivi nell’informare tutti i reparti. Il secondo è che solo i membri interni conoscono bene le specifiche dell’operatività della singola struttura e quindi solo loro possono passare ad altri le variazioni che vengono effettuate.

Coinvolgimento

Questo aspetto è poco considerato, ma lo ritengo molto importante. Si tratta di coinvolgere membri di reparti diversi nel conoscere le specifiche di un altro reparto in modo che tutti siano consapevoli di cosa altri colleghi affrontano durante il proprio turno di lavoro. Chiaramente, solo un membro interno all’azienda può effettuare questo tipo di formazione.

Quando è invece meglio affidarsi a un formatore esterno alla struttura per far crescere il tuo personale?

Competenze molto tecniche

In caso di competenze tecniche molto avanzate non presenti in azienda è fondamentale rivolgersi a dei formatori esterni. Questo avviene di solito quando si vuole apprendere l’utilizzo di un nuovo strumento o di una nuova attività mai adottata in struttura, ma può essere altrettanto efficace per il miglioramento di soft skill come il problem solving, il team building, etc.

Autorevolezza

Spesso i membri interni che formano i colleghi appaiono come “amici” o comunque con un livello di autorità inferiore rispetto a un formatore esterno. Se invece vuoi dare importanza a un certo argomento o vuoi portare un punto di vista autorevole a riguardo, è fondamentale che che il formatore sia esterno all’azienda.

Investimento

Mostrare ai dipendenti che si investe su di loro è fondamentale per farli sentire apprezzati e fiduciosi del proprio futuro nell’azienda. Un formatore interno non viene visto come un investimento proprio perché fa già parte del team dell’hotel. Un formatore esterno, invece, poiché comporta un esborso sia in termini organizzativi che economici (non sempre in realtà, vediamo dopo perché) appare invece come un investimento agli occhi del tuo staff.

Formazione d’aula Vs formazione on-the-job

La formazione d’aula è quella più teorica dove si espongono concetti nuovi, si elaborano e a volte si testano in un ambiente protetto (quello dell’esercitazione d’aula, sia fisica che virtuale). Serve soprattutto per spiegare teorie, tecniche specifiche e concetti operativi aziendali.

La formazione on-the job, invece, avviene sul campo durante il turno di lavoro ed è orientata alla pratica dura e pura. Serve a migliorare, o modificare, l’operatività in ambiti specifici.

4 errori da evitare quando offri formazione

Ci sono alcune pratiche da evitare se vuoi che il tuo team veda la formazione come un premio e non come una punizione.

1) I corsi fuori orario di lavoro

Molte persone mal sopportano la formazione perché costrette dal titolare a partecipare al corso fuori dall’orario di lavoro o nel loro giorno di riposo.

Ti ricordo che fare formazione è un’attività lavorativa che comporta fatica e impegno, anche se non si è fisicamente sul posto di lavoro a svolgere i compiti quotidiani.

Quindi è fondamentale che la formazione avvenga durante l’orario di lavoro in un giorno lavorativo.

Se non fosse possibile, come spesso accade nel settore ricettivo, le ore di formazione dovrebbero essere conteggiate come lavorative.

2) Copertura del turno

Questo punto è simile al precedente.

Quando un membro del team sta facendo formazione, un suo collega sta coprendo il suo turno. Naturalmente, questa copertura non può essere gratuita. 

Quindi anche in questo caso le ore in più svolte dovrebbero essere conteggiate come lavorative (ordinarie o straordinarie).

3) Corsi all’ultimo minuto

Le persone tendono a organizzare le loro attività e a farsi un programma da svolgere giorno per giorno.

Se comunichi un corso all’ultimo momento rischi di portare confusione e disorganizzazione all’intero del reparto e, come conseguenza, non fare apprezzare pienamente l’opportunità che stai offrendo.

Cerca quindi di organizzare la formazione con il dovuto anticipo.

4) Assenza di obiettivi

Perché la formazione funzioni deve avere un obiettivo definito. Da questo dipenderà la scelta del formatore e del programma da seguire.

Comunica, chiedi e condividi

Quando andavi a scuola ti ricordavi di più le materie che ti piacevano o quelle che non ti interessavano?

Quelle che ti piacevano e suscitavano il tuo interesse, ovviamente.

Cerca allora di trasmettere interesse al tuo team: comunica le formazioni che vorresti che facessero, confrontati con loro, chiedi cosa vorrebbero e con chi vorrebbero farla, condividi con loro eventuali decisioni formative e le relative motivazioni.

In questo modo aumenterai il loro coinvolgimento e l’efficacia della formazione stessa.

Come fare formazione gratuita grazie al Fondo For.Te.

Fortunatamente, sia lo Stato Italiano che l’Unione Europea danno molta importanza alla formazione aziendale e offrono diverse possibilità di riceverla gratuita (cioè finanziata da loro).

Di seguito ti spieghiamo come usufruirne, anche grazie a Smartpricing.

Iscriviti al Fondo For.Te.

Il primo passo è quello di iscrivere la tua azienda al Fondo For.Te.

Il Fondo For.Te. è un fondo interprofessionale per la formazione finanziata dedicato al settore terziario. Possono aderirvi tutte le aziende dei settori commercio, turismo, servizi, credito, assicurazioni e trasporti.

La formazione viene erogata ai dipendenti delle aziende di questi settori, inclusi i lavoratori stagionali.

Come puoi iscriverti? Basta che chiedi al tuo consulente paghe di effettuare l’iscrizione e penserà lei o lui a compilare la domanda. 

Le tempistiche per l’iscrizione sono piuttosto lunghe, circa 3 mesi, ma una volta dentro avrai accesso a tutti i progetti formativi del Fondo e potrai anche creare progetti formativi dedicati alla tua struttura.

Quanta formazione si può far fare?

Ogni volta che paghi gli stipendi, una parte va all’INPS sotto forma di contributi. Lo 0,3% di questa cifra viene trasferito dall’INPS alla formazione del personale.

All’iscrizione al fondo quindi, fornendo tutti i dati dei tuoi dipendenti, comunichi anche a quanto ammonta la cifra che hai come tesoretto da dedicare alla formazione.

La tua azienda può fare formazione fino all’esaurimento di questo tesoretto che viene comunque “ricaricato” tutti i mesi al pagamento dei contributi dei dipendenti.

Come organizzare la formazione con il Fondo

Una volta iscritti al Fondo For.Te si possono frequentare dei corsi pre-programmati sfruttando dei voucher formativi.

In alternativa si può contattare uno degli enti autorizzati alla formazione e iniziare a costruire con loro un piano formativo ad hoc per il tuo personale, oppure contattare un’azienda associata a uno di questi enti.

Smartpricing è una di queste aziende!

Diventando cliente Smartpricing hai infatti la possibilità di affidarti ai nostri tutor per la formazione gratuita con il Fondo For.Te.

Potrai ricevere formazione di alto livello in ambito revenue management, operatività in struttura, marketing e tanto altro.

Questa enorme opportunità è però riservata ai clienti Smartpricing.

Se ancora non sai se Smartpricing può fare al caso tuo, provalo gratis e guarda con i tuoi occhi.

Accedi subito all’area di prova gratuita di Smartpricing!

Prova Smartpricing gratis
Eugenio Pandolfi - Profit & Innovation Manager

Eugenio Pandolfi

Profit & Innovation Manager

Da oltre 15 anni collaboro con gli hotel per migliorare i loro profitti e aiutarli a innovare