RevPAR: Cos’è, come si calcola, e come utilizzarlo per incrementare i tuoi guadagni

RevPAR: Cos’è, come si calcola, e come utilizzarlo per incrementare i tuoi guadagni

Come migliorare la redditività della tuo hotel? La maggior parte degli imprenditori turistici -dagli albergatori ai property manager- si affacciano al mondo del Revenue Management per trovare delle risposte a questo quesito.

Uno degli indicatori più conosciuti ed utilizzati del Revenue Management è il RevPAR. Questo viene utilizzato per ottenere una valutazione globale dell’andamento della struttura ricettiva e per effettuare confronti e valutazioni sia con periodi di tempo differenti, sia con altre strutture.

In questo articolo daremo una definizione di cos’ è il RevPAR, la sua formula, come si calcola, e come puoi utilizzarlo per aumentare la redditività del tuo Hotel o della tue casa vacanza.

Cos’è e il RevPAR

Il RevPAR, acronimo di Revenue Per Available Room, si traduce letteralmente come fatturato generato per camera disponibile. Si tratta di un indicatore di sintesi che ci fornisce esattamente lo specchio della salute di una qualsiasi struttura ricettiva, e ne misura il successo economico.

Come già anticipato, si tratta di un indice chiave del Revenue Management, ampiamente utilizzato dai consulenti alberghieri per comprendere l’andamento di una struttura. 

Come si calcola il RevPAR ?

Il calcolo del RevPAR è estremamente semplice e si può ricavare attraverso due procedimenti. Il primo metodo si calcola dividendo il fatturato della struttura per il numero di camere disponibili:

RevPAR

Il secondo metodo prevede la moltiplicazione di altri due indicatori di performance ben noti ai Revenue Manager, ADR (Tariffa media di vendita) e OCC (Tasso di occupazione): 

Esempio di calcolo del RevPAR

L’esempio che ti propongo è volto a farti capire che una stessa attività dovrebbe puntare all’incremento del RevPAR piuttosto che dell’ADR o dell’ OCC calcolati singolarmente per poter aumentare i propri guadagni.

Per semplicità, valutiamo i casi di 3 strutture esattamente identiche, ciascuna con lo stesso numero di camere ma con ADR e OCC differenti.

  • Hotel 1 – OCC 100% – ADR €80 → RevPAR €80
  • Hotel 2 – OCC 80% – ADR €95 → RevPAR €76
  • Hotel 3 – OCC 60% – ADR €140 → RevPAR €84

Come avrai notato, non sempre un alto livello di occupazione si traduce in una buona redditività per la struttura. In questo esempio Hotel 3, pur avendo venduto solo 6 stanze su 10, ha ottenuto un guadagno medio per stanza (RevPAR) superiore rispetto a Hotel 1 e Hotel 2. 

E’ inoltre bene sottolineare che un RevPAR più elevato corrisponde anche ad un fatturato più elevato. Nello specifico:

  • Hotel 1 – Fatturato €800
  • Hotel 2 – Fatturato €760
  • Hotel 3 – Fatturato €840

Perchè il RevPAR è così importante?

Nonostante il calcolo del RevPAR non sia per niente difficile, qualcuno potrebbe ancora pensare che si tratti di un dato superfluo. Basterebbe quindi tenere conto solo del tasso di occupazione o dell’ADR per valutare l’andamento del tuo Hotel? A nostro parere, no. 

Con il calcolo del RevPAR otterrai un indice completo, che tiene conto sia delle tariffe applicate sia dell’occupazione, riuscendo dunque a valutare il successo complessivo della tua struttura.

Se il RevPAR incrementa, significa inequivocabilmente che la redditività dell’Hotel -limitatamente ai guadagni derivanti dalla vendita delle camere- è aumentata. D’altro canto, un aumento di ADR o OCC, se presi singolarmente, non potrebbero offrirti la stessa certezza.

Come aumentare il RevPAR?

Il RevPAR può essere calcolato per qualsiasi periodo di tempo, in modo da poter effettuare analisi comparative della redditività della tua struttura tra diversi periodi di tempo (trimestrali, annuali, ecc.). 

Chiaramente l’obiettivo di qualsiasi imprenditore è vedere questo indicatore incrementare anno su anno, ma come?

E’ possibile avvalersi di alcune strategie molto efficaci per incrementare il RevPAR, che agiscono direttamente sull’incremento del tasso di occupazione o della tariffa media di vendita della tua struttura. 

Noi consigliamo di provare queste 5: 

  1. Soggiorni Minimi: Se il tuo tasso di occupazione del tuo Hotel non è al 100%, offrire ai tuoi ospiti uno sconto su notti aggiuntive può aiutarti ad aumentare le prenotazioni e a generare entrate che altrimenti andrebbero perse.
  2. Segmentazione Tipi Camere: creare diverse tipologie di camere permette di attivare delle strategie di up-selling. Le diverse tipologie di camere si adattano alle diverse esigenze dei segmenti di clientela.
  3. Servizi Aggiuntivi: prendi in considerazione programmi che aggiungono valore alle tue stanze (colazione gratuita, parcheggio o servizi spa scontati) o opportunità per aumentare la visibilità della struttura senza ridurre le tariffe.
  4. Reputazione struttura: Sulla base di un recente studio effettuato dall’università Cornell di New York, un hotel che migliora le sue recensioni dell’1%, può vedere il RevPAR incrementare fino all’1,42%.
  5. Tariffe Dinamiche: utilizza un Revenue Management System che sia in grado di modificare le tariffe delle camere quotidianamente o più volte durante il giorno, in base ai dati della domanda del mercato in tempo reale.

Scopri come il team di Smartpricing può aiutarti ad incrementare il tuo RevPAR

Share this post

Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su print
Condividi su email