Conosci il team

A tu per tu con Gabriele Tomei, Integrations & Technical Customer Support in Smartpricing

In questo articolo intervistiamo Gabriele Tomei, Integrations & Technical Customer Support in Smartpricing

Gabriele Tomei, Integrations & Technical Customer Support in Smartpricing

Da quanto lavori in Smartpricing?

Ho iniziato la mia esperienza in Smartpricing precisamente il primo settembre 2021.

Di che team fai parte e come si sviluppa una tua giornata tipo? 

Sono parte del team tech support e integration, composto da altre due persone. In questo caso sono io a gestire tutto il team.

La mia giornata lavorativa è composta da più incarichi. 

Principalmente mi occupo di lavorare ai ticket che arrivano al mio team. Si tratta di assistenza tecnica di secondo livello e/o problemi che il customer support non risolve in autonomia.

Essendo leader del gruppo mi occupo di coordinare e gestire le dinamiche del team, in modo da migliorarne i processi. 

Filtro e gestisco la comunicazione interna ed esterna soprattutto per ciò che concerne la parte di sviluppo dei tool interni, ovvero sistemi e programmi utilizzati quotidianamente in Smartpricing da tutti i colleghi, in particolare il team di onboarding, customer support e revenue/accounting.

Assieme a questi task mi occupo anche della parte integrazioni. Seguo ciò che fanno i team di sviluppo. Questa parte è molto importante perché Smartpricing si integra con i gestionali e con i channel manager dei vari clienti.

Per riassumere il 50% del tempo mi occupo di lavorare sui vari ticket (bug, problematiche tecniche specifiche), mentre il restante 50% lo impiego in attività di project management (gestisco le varie task del team e la loro scadenza, filtro le richieste di implementazione dei tool da parte dei team interni).

Quali sono, secondo te, le competenze necessarie per svolgere il tuo lavoro? 

Possiamo dividere la risposta in tre punti:

  • hard skill: conoscenza di sistemi di connettività (gestionali e channel manager), conoscenza dei CRM e sistemi di ticketing e il loro utilizzo;
  • soft skill: doti analitiche, capacità organizzative, problem solving (molto consigliato), capacità di apprendimento di concetti tecnici e complessi, comunicazione (saper spiegare concetti complessi in maniera semplice ad altre persone);
  • Consigliati: conoscenza del mondo del turismo online, conoscenza dei principali linguaggi di scrittura (Javascript) e database (SQL).

In che modo la cultura di Smartpricing ti aiuta a fare del tuo meglio? 

La cosa che amo di più in Smartpricing è il clima che puoi percepire nei vari team. Educazione, rispetto e fiducia sono infatti delle qualità che tutti possono toccare con mano qui.

Queste caratteristiche sono fondamentali perché ci permettono di lavorare in remoto con una grande efficacia.

Non finisce qui!

L’atmosfera è molto divertente, questo ci aiuta ad affrontare i problemi con il sorriso sul volto.

Quando le persone ti chiedono com’è lavorare in Smartpricing, cosa rispondi? 

L’ambiente è positivo e informale. Hai la possibilità di crescere molto rispetto a tante altre aziende (a patto che tu ti dia da fare).

Cosa ti piace di più di Smartpricing?

La cultura di lavoro di questa startup è davvero sorprendente, mi piace molto. Sono rimasto piacevolmente colpito dalla serietà e la velocità con cui tutto il team lavora per raggiungere gli obiettivi.

Cosa ha Smartpricing che altre aziende non hanno? 

All’interno di Smartpricing puoi trovare un perfetto work-life balance assieme ad un ottima visione strategica. Sono due punti fondamentali che contraddistinguono quest’azienda.

Perché hai scelto Smartpricing?

Ho scelto Smartpricing perché sapevo che i miei risultati potevano impattare positivamente l’intera struttura. 

E questo tutt’ora è vero!

Inoltre mi ha affascinato, fin da subito, l’approccio friendly con cui sono stato accolto.

C’è qualcosa che vuoi aggiungere che i candidati potrebbero voler sapere? 

Per chi viene da piccole aziende ti prego di non paragonarle a Smartpricing.

Questa startup ha una solidità aziendale molto forte e non si porta dietro molti aspetti negativi delle piccole e medie imprese italiane, come ad esempio disorganizzazione e poca comunicazione. 

Per chi invece viene dalle grandi aziende, qui in Smartpricing, potrà toccare con mano l’impatto positivo del proprio lavoro.