REVENUE

Channel Manager: guida rapida per scegliere il migliore

In uno dei nostri ultimi articoli abbiamo parlato dell’importanza del booking engine e di quali e quanti siano i vantaggi apportati da esso.

Esiste uno strumento complementare al booking engine, senza il quale l’offerta di una struttura ricettiva non avrebbe lo stesso valore: il Channel Manager o CM.

Perché è importante avere un Channel Manager?

Per channel manager si intende lo strumento con cui è possibile gestire disponibilità e prenotazioni sui vari canali di prenotazione (Online Travel Agency) del tuo hotel o B&B. Si tratta quindi di un software in grado di aggiornare automaticamente e in tempo reale le tariffe, le disponibilità e altre restrizioni relative alle camere o agli appartamenti della tua struttura ricettiva.
 

Un channel manager è utile a qualsiasi tipologia di struttura, grande, media o piccola che sia. 

 

Spesso e volentieri si evita di integrare nuovi portali di prenotazione per paura di non riuscire a sopportare operativamente tutta la mole di lavoro. Con l’aiuto di un buon Channel Manager, la gestione delle prenotazioni e delle disponibilità viene semplificata; di conseguenza si possono aumentare senza timori i canali distributivi, in quanto il lavoro gestionale verrà del tutto agevolato dal software.

 

In aggiunta, viene ridotta drasticamente la possibilità di commettere errori in termini di disponibilità. 

 

Quando entra una prenotazione per una determinata camera, allo stesso tempo la disponibilità di quest’ultima deve essere scalata sugli altri portali. Se tale processo non viene svolto o viene svolto in ritardo, nel peggiore dei casi è possibile incappare in una situazione di overbooking. In tal senso, l’ospite si troverà ad acquistare una camera che in realtà non è disponibile. Con un channel manager in grado di far comunicare tra loro i vari canali, situazioni tali verranno evitate, in quanto le disponibilità saranno aggiornate in tempi immediati.

Esistono altri vantaggi dati dal channel manager, come ad esempio: 

  • La riduzione del rischio dell’overbooking: uno dei peggiori incubi degli albergatori è vendere una camera in più rispetto quelle che si hanno. Grazie all’aggiornamento in tempo reale delle disponibilità dato dal channel manager, tale rischio svanisce. 
  • Il risparmio di tempo e denaro: avere un software che svolge in autonomia le varie operazioni, ti permette di essere meno vincolato al pc e di dedicarti ad altre attività altrettanto importanti.
  • L’aumento della visibilità: spesso non si aggiungono canali di vendita per evitare situazioni sgradevoli come quella dell’overbooking. Dal momento in cui il channel manager evita tale rischio, potrai scegliere di aumentare i canali di distribuzione delle tue camere o appartamenti. Aumentando i tuoi canali di vendita entrerai in contatto con clienti che mai avresti pensato di poter raggiungere. 
  • L’incremento delle prenotazioni: l’aumento della visibilità è direttamente proporzionale all’aumento delle prenotazioni. Aumentando i canali di distribuzione, infatti, aumenterà anche la possibilità di un’occupazione più elevata. 
  • L’aumento della brand awareness: avendo la possibilità di collegare il channel manager ad un’elevata quantità di canali distributivi, di conseguenza la tua struttura ricettiva verrà visionata da una maggiore mole di persone. Un pubblico più vasto verrà quindi a conoscenza dell’esistenza della tua struttura.  

I requisiti di un Channel Manager efficace

Esistono svariate tipologie di channel manager, la cui scelta varia in base alle preferenze e alle necessità della struttura in questione. Anche i costi di tale strumento variano in base a quante e quali prestazioni riesce a garantire.  

 

Se decidi di connettere la tua struttura a molte OTA, sarà necessario un Channel Manager in grado di collegarsi a quanti più portali online possibili. Se, al contrario, il tuo obiettivo è più ristretto in termini quantitativi, sarà inutile acquistare un channel manager in grado di collegarsi a decine di portali. Sarà quindi sufficiente uno strumento con una portata più limitata. 

 

È bene comunque tenere a mente che, collegando il channel manager alle varie OTA, i costi di commissione di ogni specifico portale potrebbero aumentare.

 

Ci sono poi delle caratteristiche di base, che a nostro avviso qualsiasi tipologia di channel manager dovrebbe avere, dal più semplice e meno dispendioso a quello più completo e costoso.  

Channel Manager connesso al Booking Engine e al PMS

Un channel manager di tutto rispetto dovrebbe essere integrato agli altri sistemi dell’hotel o B&B. 

 

Collegare il channel manager al proprio booking engine è fondamentale se si vogliono avere tutti gli aggiornamenti delle prenotazioni che arrivano direttamente dal proprio sito web. Al contrario, non avere questa integrazione porterebbe a ulteriori perdite di tempo dovendo inserire manualmente le varie informazioni nel tuo Property Management System (PMS). Inoltre anche la possibilità di errore sarebbe più elevata. 

 

È altresì importante collegare il channel manager al PMS sempre con l’obiettivo di avere aggiornamenti automatici e in tempo reale su tutte le informazioni riguardanti le attività della propria clientela.  

Channel manager a due vie

Prima di scegliere un determinato channel manager, è bene soffermarsi su una caratteristica importante di tale strumento: la connessione a due vie, ovvero dovrebbe essere programmato sia per inviare che per ricevere i dati dei vari canali di vendita, del booking engine, del PMS e di tutti i canali con cui dialoga. 

 

Questo consente, in pratica, sia di caricare automaticamente i dati relativi a variazioni di prezzi e di disponibilità, che di scaricare i dati che provengono dalle prenotazioni effettuate, ad esempio sulle varie OTA.

 

Anche le prenotazioni dirette possono essere gestite in maniera ottimale, nel caso in cui il tuo booking engine sia collegato al channel manager, in quanto i dati verrebbero trasferiti da una parte all’altra automaticamente e in tempo reale. 

 

Infine, è possibile sincronizzare in tempo reale anche le prenotazioni effettuate tramite telefono, mail o di persona. Per farlo sarà necessario inserire manualmente i dati nel gestionale dopo aver collegato quest’ultimo al channel manager. 

Channel Manager facile da utilizzare

Come tutti gli strumenti online, anche il channel manager può richiedere un minimo di capacità informatiche. Al fine di riuscire a gestire al meglio il software, è bene che quello scelto sia abbastanza intuitivo e facile da comprendere.

 

È consigliabile scegliere quindi un channel manager con un'interfaccia abbastanza chiara e lineare, al fine di capire immediatamente quante sono le camere libere e quante invece sono state vendute.

 

La facilità d’utilizzo del channel manager risulta inoltre utile ad una problematica comune agli albergatori: il turnover dei dipendenti. Uno strumento semplice e lineare è facile da spiegare ogni qualvolta un dipendente esca dal team e ne entri uno nuovo.

Velocità e completezza degli aggiornamenti

 

Un channel manager per essere efficace deve essere in grado di compiere le varie azioni di aggiornamento dati in pochissimi secondi. Tale step è cruciale al fine di evitare situazioni come l’overbooking.  

 

Inoltre, un buon Channel Manager dovrebbe riuscire a gestire qualsiasi tipologia di tariffa e regola di prenotazione, oltre a quelle base. Ciò significa che deve essere in grado di gestire situazioni come il minimun stay, il prezzo per persona, gli allotment, le eventuali tariffe per bambini, e così via. 

Channel Manager con servizio di formazione e supporto efficienti

È abbastanza importante avere un channel manager integrato di un servizio iniziale di formazione, al fine di riuscire a comprenderne i vari meccanismi. In questo senso, sia te che i tuoi collaboratori riuscirete ad utilizzare lo strumento al meglio. 

 

Oltre ad una formazione iniziale, sarebbe ottimale avere un supporto che aiuti a risolvere eventuali problematiche o dubbi che potrebbero verificarsi nel tempo.  

Scegli un buon Channel Manager per implementare la tua strategia di vendita

Abbiamo visto fino ad ora quanto sia importante avere un channel manager tra i propri strumenti di gestione della propria attività. Abbiamo anche avuto modo di capire quali sono i requisiti essenziali che dovrebbe avere affinché esso sia efficace e produttivo. 

 

Tutto ciò è da considerare in un'ottica più estesa, quella della propria strategia di vendita

 

Uno degli obiettivi comuni a tutte le strutture ricettive è quello di vendere le camere al prezzo giusto al momento giusto. La scelta del prezzo perfetto non è sempre così facile da prevedere, in quanto varia in base a tantissimi fattori. 

 

Abbiamo constatato che un buon channel manager offre la possibilità di essere connesso a svariate OTA, al proprio Booking Engine e anche al PMS. 

 

Avere in aggiunta la possibilità di collegare il proprio channel manager ad un Revenue Management Sistem (RMS) consente di generare la tariffa più redditizia in base alla richiesta in tempo reale.

  

Se vuoi scoprire come funziona Smartpricing, guarda il video dimostrativo!

Veronica Meloni Copywriter

Veronica Meloni

Copywriter freelance

Da sempre appassionata di scrittura, soprattutto se strategica e d'effetto.